Contenuto Principale
In Spagna con il “Savoia” PDF Stampa E-mail
di Marta Carotti, Gaia Tittarelli e Flavia Amodeo - II - C   
Lunedì 26 Gennaio 2015 15:47

Uno scambio culturale con ragazze e ragazzi spagnoli avvenuto grazie ad un gemellaggio che ha portato un gruppo di studenti jesini a Barcellona. È l’esperienza vissuta da venti alunni della scuola secondaria di primo grado “Savoia”. Gli studenti sono partiti il 18 dicembre, alle 7 della mattina, dalla stazione ferroviaria di Jesi. Alle 10 sono arrivati alla stazione di Bologna, dove hanno preso un autobus per andare all’aeroporto. Hanno aspettato un po’ di tempo prima di imbarcarsi, in quell’arco di tempo hanno pranzato e chiacchierato tra loro, scambiandosi le loro preoccupazioni e idee. Alle ore 18 sono arrivati a Barcellona dove hanno trovato un professore spagnolo a guidarli.

Arrivati a Mollet De Valles, una città non troppo distante da Barcellona, molto stanchi per il viaggio, sono subito andati dalle famiglie ospitanti che li hanno accolti calorosamente. Il giorno seguente i ragazzi italiani e quelli spagnoli sono andati a visitare Barcellona, vedendo posti molto interessanti come Parque Guell, la Sacrada Familia, l’Anello Olimpico. Per concludere la giornata sono stati alla spiaggia dove si sono messi a giocare con gli spagnoli. Il sabato e la domenica i ragazzi non si sono visti tra loro, perché ogni famiglia ha mostrato come passa solitamente il fine settimana. Il lunedì sono ritornati a Barcellona per visitare altri luoghi. I ragazzi se ne sono andati la mattina di martedì 23 dicembre, a malincuore, ma certi di aver ampliato le loro conoscenze su una nuova cultura. Questa non è stata la prima volta che la professoressa Graziella Lorenzetti, della scuola Savoia di Jesi, ha organizzato un gemellaggio con la scuola di Mollet De Valles. Gli alunni interessati sono stati i ragazzi di seconda e terza, al contrario degli anni precedenti, quando i partecipanti erano solamente gli alunni di terza media. “Devo dire che all’inizio mi sentivo molto spaventata all’idea di andare in una famiglia che non conoscevo, ma la voglia di andare in Spagna, e imparare meglio questa lingua favolosa, ha prevalso su tutto. Insieme a quattro mie amiche della classe, alla mia insegnante Graziella Lorenzetti, e un'altra prof, Silvia Sassaroli, siamo partiti in questa avventura entusiasmante. Tra visite in palazzi, case, parchi, il divertimento non mancava mai, ma soprattutto la voglia di imparare e conoscere una cultura diversa dalla nostra. Tornando a Jesi, ci siamo portati dietro un bagaglio che all’andata non avevamo, pieno di informazioni e amicizia che durante questo fantastico viaggio ci siamo procurati. Consiglierei a tutti di fare questa magnifica esperienza”. Queste sono le parole di Flavia, della scuola Amedeo Savoia, che ha partecipato a questo viaggio fantastico come altre quattro ragazze della sua classe.

 

Largo alla fantasia

Largo alla fantasia

Orientamento

Orientamento dopo le medie

La bacheca della scuola

Bacheca scuola

Contatti