Contenuto Principale
Da discarica a oasi, la storia di Ripa Bianca PDF Stampa E-mail
di Elisa Siquini - III B   
Lunedì 21 Marzo 2016 16:07

Sapete perché l’Oasi di Ripa Bianca è cosi speciale? Anche se può sembrare incredibile è un caso quasi unico in Italia: un’oasi costruita in un’area dove un tempo era situata una discarica a cielo aperto. Tutti ci staremo chiedendo come sia stata possibile quest’impresa. Davide Belfiori, responsabile dell’Oasi, ci ha detto come tutto questo si sia realizzato. “La discarica a cielo aperto – ci ha spiegato Belfiori – alla fine degli anni Ottanta, è stata bonificata dal comune di Jesi che ha ricoperto di terreno la parte sovrastante che sorge sui calanchi di Ripa Bianca e ha raccolto le acque,prodotte dai rifiuti, in una vasca di cemento che poi è stata svuotata per non andare ad inquinare il fiume. Sul terreno sono poi cresciuti alberi, cespugli e il Comune ha realizzato un parco pubblico che prende il nome di Ripa Bianca”. Un’altra cosa di cui ci interessava sapere di più erano quali sono i pericoli che mettono a rischio l’ambiente fluviale.

Leggi tutto...
 
Fumare? Una cosa molto poco intelligente PDF Stampa E-mail
di Melissa Dominella II C   
Giovedì 17 Marzo 2016 16:17

Il fumo è sempre stata una cosa negativa, ma purtroppo non si è mai smesso di fumare  e ancora oggi, al mondo si contano oltre 1 miliardo di fumatori che fumano circa 6 mila miliardi di sigarette all'anno; quindi, in media, ogni fumatore consuma circa 6.5 kg /anno di tabacco, con consumo medio di 1.600 sigarette /anno. Il fumo che origina dalla combustione incompleta del tabacco e della carta che lo avvolge è costituito da almeno 4.000 sostanze. Tra queste: sostanze irritanti; catrame; monossido di carbonio e nicotina. Tra le sostanze irritanti presenti nel fumo troviamo: acido cianidrico, acroleina, formaldeide, ammoniaca, che causano danni immediati alla mucosa delle vie respiratorie. L'azione irritante provoca inoltre tosse, eccesso di muco, bronchite cronica, enfisema. Il catrame, un componente del fumo, comprende diverse sostanze, le più note sono benzopirene e idrocarburi aromatici: esse sono sostanze cangerogene.

Leggi tutto...
 
Maltempo: messi in sicurezza gli alberi del giardino della scuola Savoia PDF Stampa E-mail
di Federico Compagnucci   
Lunedì 22 Febbraio 2016 11:36

A causa del forte maltempo, che all’inizio di febbraio ha provocato danni anche alle piante, è stato necessario l’intervento di una squadra del Comune di Jesi nel giardino della scuola Savoia, dove erano caduti dei rami. I più colpiti dal forte vento erano stati gli alberi ad alto fusto, sicuramente i più vecchi e quindi i più rovinati. Grazie ad una particolare attrezzatura, degli operai specializzati, in grado di svolgere l’operazione, hanno tagliato i rami più alti, pericolosi e danneggiati dal vento, per evitarne la caduta. L’operazione è durata un paio di giorni, perché gli alberi interessati erano diversi. Un addetto, grazie ad un carrello elevatore, ha potuto raggiungere i rami più alti e si è occupato della potatura, mentre altri tre addetti hanno raccolto i rami recisi, fino al completamento dell’operazione.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 20

Largo alla fantasia

Largo alla fantasia

Orientamento

Orientamento dopo le medie

La bacheca della scuola

Bacheca scuola

Contatti