Contenuto Principale
Il tempo libero dei giovani PDF Stampa E-mail
di Manuel Baldi III B   
Lunedì 18 Gennaio 2016 16:03

Il mondo non è cambiato (se non per il buco nell’ozono) ma noi umani siamo irriconoscibili. Le nostre abitudini e tutto ciò che possediamo ci hanno modellato e ci stanno modellando tuttora. È veramente così, tutto quello che accade intorno a noi ci cambia, diciamo che aggiorna la nostra cartella della vita. Ed è a causa di tutto questo che siamo diversi. I nostri nonni sono sopravvissuti alla guerra senza mangiare o magari con il nulla più assoluto e questo li ha portati a non far mancare niente alla propria prole, per non fargli vivere quell’esperienza che per loro è stata negativa. Ma ora torniamo al quotidiano e a un argomento più felice: il tempo libero dei giovani. La cosa certa è che un tempo si usciva di più. Per ogni ragazzo è diverso. Ognuno ha la sua giornata, spesso monotona se non per la diversa materia da studiare. Per capire meglio la situazione abbiamo intervistato alcuni ragazzi della nostra scuola Duca Amedeo di Savoia di Jesi.

Leggi tutto...
 
Traffico e mobilità dei cittadini: una spina nel fianco per gli jesini PDF Stampa E-mail
di Teresa Cantarini,Teresa Mancia e Michele Sonara IIIB   
Lunedì 18 Gennaio 2016 15:33

Nella nostra città, Jesi, c’è parecchio traffico soprattutto nell’ora di punta (8.00, 12.00, 18.00). Anche sapendo che l’autobus è meno inquinante, la maggior parte delle persone della città utilizza l’automobile per spostarsi. Dall’inizio del 2016 Jesi si è dimostrata la città con il maggiore tasso di polveri sottili nell’aria delle Marche tanto che il Comune ha provveduto a bloccare, in determinati orari della giornata, il traffico delle auto. I parcheggi a Jesi non sono mai abbastanza poiché sono sempre occupati. La nostra città offre anche un servizio per affittare delle biciclette elettriche e una pista ciclabile di recente costruzione. Le biciclette elettriche però non ci sono o non funzionano. I pedoni sono in costante pericolo sia per le automobili guidate irresponsabilmente, sia per i marciapiedi che devono essere aggiustati dal Comune, anche se da qualche parte della città sono stati ricostruiti.

Leggi tutto...
 
Stop all’abbandono dei cani PDF Stampa E-mail
di Lucia Fioretti II B   
Giovedì 14 Gennaio 2016 16:09

L’abbandono dei cani è stato da sempre uno dei “problemi” più diffusi. Nella mia città, Jesi, si sentono diversi casi di cani abbandonati. Per fortuna c’è il canile che si occupa e si prende cura di loro. Ad esempio se un cane viene maltrattato il canile lo sequestra e può essere ripreso dal padrone solo dopo che un addetto ha controllato la situazione e si è accertato che il cane starà meglio.Se un cucciolo si trova al canile e diverse persone vogliono adottarlo, il canile prende tutte le prenotazioni. Anche in questo caso un addetto si accerta che il cane stia bene e solo dopo qualche giorno può essere adottato. Anche nei social network si parla tanto di questo tipo di problema e si mettono foto di questi cuccioli abbandonati per spargere il più possibile la voce  cercando di trovar loro una casa il più presto possibile.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 8 di 20

Largo alla fantasia

Largo alla fantasia

Orientamento

Orientamento dopo le medie

La bacheca della scuola

Bacheca scuola

Contatti