Contenuto Principale
Note di speranza per l’AIL PDF Stampa E-mail
di Manuel Baldi   
Lunedì 27 Aprile 2015 14:44

Leucemia e coro. Due parole che sembrano incompatibili, al massimo utili per una metafora, eppure a Jesi queste due parole hanno un senso insieme. Sto parlando della corale Brunella Maggiori. Essa nasce nel 1989 a Jesi e fin dall’inizio è stata diretta da Stefano Contadini. Non tutti magari la conoscono e si chiederanno che c’entra con la leucemia e chi è Brunella Maggiori. Questa ragazza cantava insieme al gruppo fino a quando, a 23 anni, li ha lasciati a causa di una grave malattia, la leucemia. Da quel momento la corale ha iniziato a organizzare la “Serata per l’AIL”. L’Associazione Italiana contro le Leucemie, come dice il nome, è una associazione contro la leucemia, ma anche contro altre malattie mortali, come i linfomi e il mieloma. La ventunesima edizione è avvenuta il 18 aprile, nella Chiesa delle Grazie, per il corso.

Leggi tutto...
 
Teresa Vergalli, staffetta partigiana che passa il testimone PDF Stampa E-mail
di Manuel Baldi - II B   
Lunedì 13 Aprile 2015 14:49

Il 25 aprile 2015 sarà il 70° anniversario della Liberazione. "Vorrei che questo giorno non fosse dedicato alla visita delle corone dei martiri ma alla cultura e alla conoscenza dei fatti reali avvenuti durante la Resistenza. Ripercorrete i sentieri che hanno percorso i partigiani e le partigiane". E sì, anche le donne hanno avuto un ruolo fondamentale nella lotta contro il fascismo, anche se spesso non viene sottolineato, anzi proprio evitato. Chi parla non è la prole dei testimoni e dei protagonisti, ma la staffetta partigiana Teresa Vergalli, una donna che ha 88, anzi 87 anni, come preferisce lei dire, nata in un paese in provincia di Reggio Emilia e ancora attiva, attivissima. Lei è stata a Jesi, alla Sala Maggiore del Palazzo della Signoria, il 10 aprile perché "staffetta fra le generazioni" come dice Alessandro Portelli nella prefazione di un suo libro chiamato appunto "Storie di una staffetta partigiana", ha voluto presentare un romanzo, una testimonianza che non è però espressa come nei libri di storia, questa è più affascinante. Questo libro ha un titolo che fa riflettere, una figura retorica strana ma impressionante. "Un cielo pieno di nodi".

Leggi tutto...
 
Un’intera città da “rattoppare” PDF Stampa E-mail
di Andrea Animobono II B   
Lunedì 30 Marzo 2015 15:26

Facendo un’uscita insieme ai miei compagni e alla mia professoressa lungo il corso di Jesi mi sono accorto che la maggior parte dei muri sono o rovinati o sono state incise delle scritte o disegnati dei murales. Poi appena si entra nel centro storico attraverso l’Arco Clementino ci sono continuamente i lavori in corso, ormai da cinque o sei mesi. Secondo me i finanziamenti per questi lavori sarebbero potuti finire in altre opere che magari servivano di più. Il marciapiede, secondo me, poteva anche non essere rifatto, mentre altri dettagli - come le manutenzioni delle strade, che sono quasi tutte rovinate o piene di buche - potevano essere curati di più. Poi molti muri, anche di edifici pubblici, sarebbero da tinteggiare, molte case avrebbero bisogno di una bella ristrutturata.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 20

Largo alla fantasia

Largo alla fantasia

Orientamento

Orientamento dopo le medie

La bacheca della scuola

Bacheca scuola

Contatti