Contenuto Principale
Alla scoperta del lavoro del giornalista. Al Comune e alla redazione di Centropagina PDF Stampa E-mail
Scritto da Veronica Cacciamani   
Lunedì 07 Maggio 2018 15:52

Conoscete la sede del giornale di Jesi? E centro pagina? Con il nostro gruppo di giornalismo nel pomeriggio di lunedì 16 aprile abbiamo avuto l’occasione di fare un’uscita didattica al comune di Jesi e alla sede Centro pagina. La prima tappa è stata la sede comunale in cui ci ha accolti l’addetto stampa, ora comunicatore e portavoce Francesco Cherubini. Lui e un suo collaboratore ci hanno illustrato come la tecnologia ha rivoluzionato i vari strumenti di comunicazione fino ad oggi. A partire dagli anni 90 c’erano solamente: manifesti, giornalini cartacei e conferenze stampa. Diciamo che oggi le cose sono cambiate molto da allora ora le notizie sono nei siti internet come Whatsapp, Facebook, twitter, youtube, insomma i più utilizzati dagli adulti ma anche da noi teenager.

Ma tutt’ora il giornale cartaceo esiste ancora per le persone meno tecnologiche. Cherubini ci ha spiegato che il Comune si occupa della raccolta dei rifiuti, di manutenzione, di urbanistica, delle scuole e dei mezzi pubblici. Il comune è  guidato da un sindaco che sta a capo di tutto. Dopo la visita in Municipio siamo andati nella redazione del sito centropagina, in cui ci hanno accolti con entusiasmo. Ci hanno spiegato che il loro sito si occupa di cronaca ed è sempre attivo. In continuazione arrivano notizie, le foto tramite whatsapp grazie ai cronisti sul campo, poi si decide di fare dei rientri (se opportuni) oppure approfondire gli articoli giornalieri. Alcuni articoli sono più lunghi degli altri, magari contengono foto e video. Il cronista Pino Nardella ci ha illustrato il suo lavoro di giornalista. La prima cosa da fare è la verifica della notizia sul posto poi contattare le forze dell’ordine per sapere di più sull’accaduto. Ma soprattutto il lavoro del cronista è molto particolare perché devi essere molto curioso e soprattutto non ti devi vergognare facendo domande a molte persone ed è forse il compito più difficile è saper raccontare il fatto e non inventare, spesso il cronista di affida alla visione dei passanti. Dopo di che Tarabelli ci ha invitato fare un video su ciò che ci ha spinto a frequentare il laboratorio di giornalismo. Andate a vedere il nostro video https://youtu.be/_QIcdlbp9Tk.

 

 

Largo alla fantasia

Largo alla fantasia

Orientamento

Orientamento dopo le medie

La bacheca della scuola

Bacheca scuola

Contatti