Contenuto Principale
I tappi di plastica possono diventare denaro per la scuola PDF Stampa E-mail
di Noemi Rubino – II A   
Lunedì 17 Marzo 2014 16:20

I tappi di plastica non servono solo per sigillare prodotti, o meglio, una volta esaurito il loro compito possono trasformarsi in una fonte di denaro. Non ci credete? Eppure è così. Ci sono delle aziende che in cambio di plastica pura, cioè tappi di bottigliette, flaconi di detersivo ecc, danno  del denaro. Denaro che può essere usato per iniziative di beneficenza o per aiutare la scuola. Già, potrebbero essere investiti ad esempio per la manutenzione o per il materiale necessario per le attività didattiche. A Jesi sta già succedendo in una scuola materna, dove grazie all’iniziativa di alcuni genitori, tra i quali mia madre, la raccolta sta andando avanti da ormai cinque mesi. Nella scuola è stato posizionato un contenitore sia nelle classi sia all’esterno, in cui si mettono i tappi di qualunque genere e dimensione, basta che siano in plastica. Bisogna arrivare a raccogliere una buona quantità di materiale plastico, quindi si contatta il responsabile della ditta, che verifica il peso e assegna 25 centesimi per ogni chilogrammo di plastica. Ovviamente più chili si raccoglie, più la quota da riscuotere sarà maggiore.

La mia idea sarebbe di far passare questa iniziativa anche nella nostra scuola per  insegnare ai ragazzi cos’è e come si fa il riciclo, ma soprattutto per far capire che dall’azione di riciclare si trae beneficio. Possiamo anche porci un obiettivo: raggiungere 160 Kg. per la fine dell’anno. Per quale utilizzo? Aspetto le vostre proposte e vi aggiornerò su come procede l’iniziativa nella nostra scuola. Intanto mettete dei punti di raccolta in ogni classe. Ci conto!

 

Largo alla fantasia

Largo alla fantasia

Orientamento

Orientamento dopo le medie

La bacheca della scuola

Bacheca scuola

Contatti