Contenuto Principale
Le cronache di Harris Burdick PDF Stampa E-mail
di Teresa Mancia - 2 B   
Lunedì 16 Febbraio 2015 15:35

Si dice che un signore, un certo Harris Burdick, abbia disegnato quattordici disegni presenti in questo libro, e che le abbia date a Peter Wenders con la promessa che il giorno dopo sarebbe ritornato a scrivere le storie dei disegni, ma poi è scomparso. Peter Wenders le ha date a quattordici famosi autori di libri e questi, affascinati dai disegni, e ispirati dalle didascalie che si trovavano sulle immagini, hanno scritto quattordici racconti entusiasmanti e pieni di mistero. Quattordici racconti che hanno incuriosito tutti i lettori. Sono più o meno lunghi, qualcuno è da leggere ad alta voce, un altro è più scorrevole, altri sono faticosi. La presentazione di Lemony Snicket ha provocato tanti dubbi, e Harris Burdick rimane ancora oggi un mistero.

La storia che mi è piaciuta di più è quella delle sette sedie: Mary Katherine è l’unica che si ricorda tra tante ragazze che cosa le è successo da neonata: ha cominciato a levitare, o come lo chiama lei “salire” e l’ha vista solo l’addetto alle pulizie, che però ha creduto di aver avuto un’allucinazione. Nel convento dove sta da ragazza si annoia, ma scopre una delle sette sedie che può comandare e levita con lei quando le altre non la vedono.

 

 

Un giorno un’altra delle sette sedie che stava in un negozio di antiquariato viene comprata e messa in una chiesa in Francia. Mary Katherine viene mandata in Francia e come attirata, entra in una grande chiesa dove c’è proprio quella sedia. La storia finisce con Mary Katherine che inizia a levitare con la sedia (come nell’immagine che accompagna la storia) e “tutte le donne – che levitavano da piccole - cominciarono a ricordare”.

Un bel libro che riesce a non annoiarti e ti coinvolge nei racconti.

 

Largo alla fantasia

Largo alla fantasia

Orientamento

Orientamento dopo le medie

La bacheca della scuola

Bacheca scuola

Contatti